NOTIFICA PRELIMINARE, DAL 1 GENNAIO SCATTA L’OBBLIGO

Le notifiche preliminari sono lo strumento che la normativa individua per la comunicazione, agli Organi di Vigilanza ed agli altri Enti, della prossima apertura di un cantiere dove si effettuano lavori edili o di ingegneria civile (art 99 D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81).

QUALI SONO LE DISPOSIZIONI NORMATIVE RIGUARDANTI L’INVIO DELLA NOTIFICA PRELIMINARE
Art. 99 comma 1 Dlgs 81/2008 – Notifica preliminare
1. Il committente o il responsabile dei lavori, prima dell’inizio dei lavori, trasmette all’azienda unità sanitaria locale e alla direzione provinciale del lavoro territorialmente competenti la notifica preliminare elaborata conformemente all’allegato XII, nonché gli eventuali aggiornamenti, nei seguenti casi:
a) cantieri di cui all’articolo 90, comma 3; (ndr presenza anche non contemporanea di più imprese esecutrici b) cantieri che, inizialmente non soggetti all’obbligo di notifica, ricadono nelle categorie di cui alla lettera a) per effetto di varianti sopravvenute in corso d’opera; c) cantieri in cui opera un’unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a duecento uomini-giorno (ndr per il calcolo/verifica di questo parametro, indicativamente, sarà possibile moltiplicare il numero dei lavoratori per la durata dell’opera)
2. Copia della notifica deve essere affissa in maniera visibile presso il cantiere e custodita a disposizione dell’organo di vigilanza territorialmente competente.
3. Gli organismi paritetici istituiti nel settore delle costruzioni in attuazione dell’articolo 51 (ndr: CPT) possono chiedere copia dei dati relativi alle notifiche preliminari presso gli organi di vigilanza.

DAL 1 GENNAIO 2013

A partire dal 1° gennaio 2013, tutti i committenti o responsabili dei lavori di opere edili per le quali è obbligatorio inviare la notifica preliminare all’Azienda sanitaria territorialmente competente, alla Direzione territoriale del lavoro e al Comune, dovranno inviarla soltanto via web, attraverso le funzionalità predisposte dal Sistema Informativo Sanitario della Prevenzione Collettiva (SISPC): nessun’altra comunicazione di notifica preliminare potrà essere accettata dalle Asl, se non attraverso le funzionalità integrate con il SISPC. Lo stabilisce una delibera approvata di recente dalla giunta. L’inserimento della notifica avverrà attraverso il portale del nuovo SISPC, www.prevenzionecollettiva.toscana.it

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

I tag HTML non sono ammessi