Obbligo di iscrizione al registro previsto dal D.P.R. n. 43/2012 “Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra.”

In relazione al D.P.R. n. 43/2012 recante attuazione del Regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra (G.U. n. 93 del 20 aprile 2012), il MinAmbiente ha approvato il testo del nuovo decreto che differisce di 60 giorni il termine di avvio dell’operatività del registro (dall’11 febbraio al 12 aprile) e conseguentemente fa slittare anche la scadenza per l’iscrizione (dal 12 aprile all’11 giugno). Il comunicato di approvazione del provvedimento è stato pubblicato sulla G.U. n. 88 del 15 aprile 2013. Sono tenute all’iscrizione al Registro, entro... Leggi tutto →

Proroga in relazione agli adempimenti previsti dal D.P.R. n. 43/2012 “Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra.”

In relazione al D.P.R. n. 43/2012 recante attuazione del Regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra (G.U. n. 93 del 20 aprile 2012), il MinAmbiente ha approvato il testo del nuovo decreto che differisce di 60 giorni il termine di avvio dell’operatività del registro (dall’11 febbraio al 12 aprile) e conseguentemente fa slittare anche la scadenza per l’iscrizione (dal 12 aprile all’11 giugno). Il comunicato di approvazione del provvedimento è stato pubblicato sulla G.U. n. 88 del 15 aprile 2013. Il Registro nazionale delle persone e... Leggi tutto →

Addio lampadine a incandescenza

Dal 1° settembre è vietato  vendere le lampadine con potenza compresa tra 25 e 40 watt. Il primo stop, per le lampadine prodotte più di 130 anni fa, si è avuto nel 2009 per il modello di potenza superiore ai 100 watt, mentre  dal 1° settembre 2016 il divieto sarà esteso alle lampade alogene a bassa efficienza. Finalizzate al risparmio energetico e alla lotta contro i cambiamenti climatici,  queste misure, introdotte con  la normativa europea sull’ecodesign o direttiva Eup (Energy using products) 2005/32/EC, dovrebbero portare entro il 2020 ad un... Leggi tutto →

L’IMU GRAVA ANCHE SULLE RINNOVABILI

Questo quanto sentenziato dalla  Corte di Cassazione, che, con la sentenza 4030,  ha affermato che i parchi eolici sostituiscono una centrale elettrica e pertanto devono essere accatastati nella categoria D/1 – opifici. La Cassazione ha, inoltre, affermato che le pale eoliche sono assimilate alle turbine di una centrale elettrica e sono computate ai fini della determinazione della rendita. Di conseguenza la pubblica utilità, riconosciuta agli impianti eolici dal D.lgs 387/2003, serve a rendere più semplici le procedure per la realizzazione degli impianti, ma non ha nessuna rilevanza per la loro... Leggi tutto →

Fonti rinnovabili: nuovi incentivi e quinto conto energia per fotovoltaico

Sono stati pubblicati sul Supplemento n. 143 alla G.U. n. 159 del 10/07/2012 i decreti del Ministero dello Sviluppo Economico 05/07/2012 e 06/07/25012, che definiscono, rispettivamente, i nuovi incentivi per l’energia fotovoltaica, Quinto Conto Energia, e per le rinnovabili elettriche non fotovoltaiche (idroelettrico, geotermico, eolico, biomasse, biogas). I Decreti pongono le basi per uno sviluppo ordinato e sostenibile delle energie rinnovabili, allineando gli incentivi ai livelli europei e adeguandoli agli andamenti dei costi di mercato delle tecnologie (calati radicalmente nel corso degli ultimi anni). Si introduce inoltre un sistema di... Leggi tutto →

La scia supera lo scrutinio di legittimità costituzionale

La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 164 del 27 giugno 2012, ha dichiarato non fondate le questioni di legittimità costituzionale avanzate dalla Regione autonoma Valle d’Aosta e dalle Regioni Toscana, Liguria, Emilia Romagna e Puglia, in riferimento alle norme che hanno introdotto e disciplinato la SCIA, nonché l’applicazione di questo istituto all’attività edilizia. La Corte Costituzionale non ha condiviso le censure avanzate dalle Regioni, innanzitutto perché la SCIA sostituisce (e quindi si pone in rapporto di continuità) con l’istituto della DIA, con lo scopo di rendere più semplici le... Leggi tutto →

Studio Bertacca progetta la prima Casa Passiva in Versilia

E’ il nostro “fiore all’occhiello”; dopo quasi due anni di lavoro il nostro Studio ha visto riconoscersi il merito di aver progettato la prima “Casa Passiva” in Versilia. E’ stata una vera sfida, Villa Eolo nasce, infatti, come abitazione ‘energeticamente tradizionale’, ovvero in linea con le prestazioni di consumo delle normali abitazioni, e solo dopo un’attenta analisi e accurata progettazione, con il sostegno attivo della proprietà,  Villa Eolo ha raggiunto lo standard di Casa Passiva ed è stata certificata come tale dal centro di fisica edilizia TBZ, certificatore per l’Italia... Leggi tutto →

In vigore la detrazione al 50% per ristrutturazioni e risparmio energetico

Con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale del 26 giugno è entrata ufficialmente in vigore la nuova detrazione al 50% (ex 36%) per le ristrutturazioni edilizie prevista dal decreto sviluppo 2012. Il decreto, oltre all’aumento percentuale dello sconto fiscale, ha raddoppiato il tetto di spesa ammesso alla detrazione, da 48mila a 96mila euro, per gli interventi realizzati entro il 31 dicembre 2012. Dopo quella data si torna, infatti, al 36%. Le spese sostenute dovranno essere indicate nella dichiarazione dei redditi a partire dall’anno successivo ed è saranno detraibili in: • 10... Leggi tutto →

Completate le norme Uni-ts 11300

Dopo 10 anni d’attesa è stata emanata l’ultima parte della norma tecnica Uni-Ts 11300 che uniforma sul piano nazionale le regole in tema di calcolo per la certificazione energetica degli edifici La norma, che disciplina il calcolo del consumo di energia rinnovabile per la produzione di acqua calda e riscaldamento nelle abitazioni, ha l’ulteriore compito di uniformare le norme, regole, classi e sistemi di calcolo vari che ha prodotto il nostro paese. Nel rapporto 2012 del Comitato termotecnico italiano sulla certificazione energetica, che fotografa la situazione nel nostro paese nel... Leggi tutto →

Fotovoltaico fonte di occupazione

Il fotovoltaico è il motore dell’economia italiana. Secondo l’Ufficio studi di Confartigianato, intitolato “Il coraggio delle imprese”, a trascinare l’occupazione italiana sono l’export e le energie rinnovabili. La crescita della produzione energetica da fonti rinnovabili è direttamente proporzionale all’aumento di occupazione per i lavoratori nelle costruzioni del settore. La Confartigianato ha riscontrato che il passaggio è avvenuto lo scorso febbraio, con una curva di risalita presente già dal maggio 2011, periodo in cui il numero di imprese è cresciuto del 10,2% e l’occupazione dell’11,9%. fonte: www.periti.info Share → Tweet

« Older Entries